Grazia

Volume

 

Spagna - Architettura andalusa
Spagna - Architettura andalusa

O grazia, che riecheggi
tra muri e finestre,
trapassa il mio respiro
e purifica il solco
contaminato del tempo.

O grazia, che tanto hai sofferto
l’assenza del mio pianto,
amica di lucciole eterne,
soffia sul crogiolo dei sogni
e torna a schiarire l’oblio.

O grazia, che ti nutri
di speranza e meraviglia,
ridammi l’odore antico del mare
e le spiagge ventose,
custodi primitivi d’intimo silenzio.

O grazia, che frequenti
l’angelo dai capelli biondi,
raccogli i resti
di questa vita martoriata
dalle false certezze.

O grazia, che rifuggi
la scienza dell’uomo,
ascolta la mia preghiera
di umile boscaiolo con l’ascia
rivolta alla fatalità del destino.

O grazia, che traspiri
semplicità nelle parole,
semina tra le zolle aride
della mia anima
il dolcissimo canto dei poeti.

24.01.2014