Occhi di gatto

Volume

 

Gatto con fiori
Gatto con fiori

I fiori di campo subivano
l’ombra della tua schiena.
Il tempo era lontano,
gli anni piccini,
eppure l’odore della rosa
è ancora così intenso.

I bottoncini della tua camicia
così lucenti, irraggiungibili.
Calzettoni bianchi, gonna a quadri
e uno sguardo perenne di bambina.

Dicevi, era la prima volta che baciavi
eppure quanta grazia nelle tue labbra.
E le parole colme di tenera follia,
semplici, le svelavi alla finestra
sul prato verde dell’amore.

I divieti erano tanti e i segreti pure,
gli Angeli cantavano e il Santo sulle spalle,
la festa del paese e le note della banda.
Ascoltavamo lontani, come in preghiera,
le melodie e i profumi si alzavano al cielo.

Il solco della mia mano
riscaldava le tue dita
e felice mi sussurravi:
ti amo occhi di gatto.

19/11/2013