Vibrazioni

Volume

 

Astrazione ritmica-materica
Astrazione ritmica-materica

Inerme tra elettroni e atomi,
cerco ciò che scienza mai sarà.
Ho bisogno di luce.

Nuvole grigie, occhi spenti,
pianti senza lacrime.
Ho bisogno di luce.

Il buio mi sovrasta, mi penetra,
mi ferisce, mi annienta.
Ho bisogno di luce.

La notte è ferma, la rabbia
mi assale, divento blasfemo.
Ho bisogno di luce.

Punte di spilli rotolano sulla carne,
la noia lacera i pensieri.
Ho bisogno di luce.

Urlo il mio torpore,
alzo le braccia al cielo,
un fiume di gioia si spande
su versi che scendono giù,
meravigliosamente.

Mani improbabili
carezzano la mia voce,
il tempo vibra intorno.

La speranza mi è amica,
la luce è dentro di me.

 

28.01.2013